Passatempo

Scrivo stupide poesie, seduta davanti a una finestra che dà sul grigio della città. Scrivo per far tacere quel brusio di fondo che non mi fa più sentire i miei pensieri. Ero convinta di conoscerli, quei pensieri, di potere girare tra di loro a occhi chiusi. E poi il buio, il rumore, il traffico di momenti e gesti inutili, di parole buttate al vento, perle ai porci.

Annunci