Qui e ora o altrove e domani?

E’ un periodo un po’ complesso per me, da ogni punto di vista. Mi è capitato di avere qualche attacco di ansia, niente di grave, solo una normale reazione ai cambiamenti potenti che si stanno affacciando nella mia vita. Non sapendo come fare fronte a queste esperienze ho cercato su internet dei consigli. In realtà si cercano queste cose solo per vedere se c’è qualcuno che condivide la tua ansia, non per trovare una soluzione reale.

Comunque, i vari consigli che ho letto erano accomunati da un filo conduttore: vivere il qui e l’ora, le ansie non esistono, perché sono previsioni su quello che accadrà e che non è ancora accaduto e che quindi è inutile preoccuparsi. Effettivamente il ragionamento non fa una piega e devo dire che aiuta, poco, ma aiuta a relativizzare le cose. Poi, però, ho pensato ai milioni di libri costruiti sull’immaginazione, le paure, i desideri e mi sono chiesta: ma non è proprio questo il bello della vita? E allora perché condanniamo con così tanta asprezza le nostre paure, i nostri desideri? Forse invece di cacciare questi mostri, dovremmo accoglierli e ringraziarli, perché senza di loro la nostra vita sarebbe un’arida successione di eventi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...