Senza testa

Recentemente ho visto un video in cui si descriveva la sensazione di non vivere la propria vita, ma di stare accanto ad essa, come uno spettatore. E’ stato un attimo. “Eccomi qua”, ho pensato subito. Stanno passando i giorni e quella sensazione non passa. Io sono qui a scrivere: batto con le dita la tastiera, con gli occhi uno sguardo allo schermo, uno alla tastiera… ma la testa è di nuovo fuori. La testa si sta occupando di qualcosa che è fuori di qui. Allora, io chiamo la testa e le dico: “Dai, sto facendo una cosa che riguarda me, ho bisogno di te”. E niente, quella se ne va. Non è lontana, sento che è qui nei paraggi, magari sta solo guardando con curiosità quello che sto scrivendo. Ma non ha nessuna intenzione di partecipare, come se non la riguardasse affatto. Mentre io mi affanno a capire quello che le sta frullando dentro.

Quindi, ecco, forse, mi devo rassegnare a vivere senza testa, o con una testa leggermente spostata dal collo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...