Potevo dovevo volevo

Ho promesso che entro i quaranta scriverò un libro. L’ho promesso un anno fa. Righe scritte in 365 giorni: 0. Io non sono il tipo che sa inventare storie. No, non sono proprio brava a farlo. Guardo il cielo di quell’azzurro che toglie il fiato e mi dico “Ecco, cosa mi devo inventare, se c’è già questo”. Poi it metti davanti a un foglio bianco e niente. Tutta quella emozione, a raccontarla, si riduce a niente, a due righe incomprensibili che nessuno leggerà.

Voglio andarmene a casa, ma non a quella finta, a quella vera. Voglio tornare da me, lì in quel posto dove un tempo ero sicura e felice. Eppure non ci riesco. Sono attaccata a una piuma che mi tiene in ostaggio. Mi dimeno e non riesco a liberarmi. Tutta la parte bella di quel cielo che lascia senza fiato viene ingoiata dal buco nero che ho dentro che inghiotte ogni mia certezza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...